Nomi e Cognomi

Abbiamo un Nome ed un Cognome. Per questo ci riconosciamo nella società e dalla società stessa siamo riconosciuti. Ed allora diventa parte di noi, come un abito, come il volto che portiamo e che riconosciamo allo specchio. La medesima operazione che svolgiamo con l’Altro, incontrato per caso sulla via od all’inverso, nominato in una conversazione. Associamo e da tale associazione discendono una serie infinita di commenti umani, situazioni, stati sociali, etnie, incontri fugaci, lavori. Una rete sconfinata che vede noi stessi nodi di quell’insieme.
Al Palesato oggi si può scegliere anche la sua antitesi, l’Anonimo. (E sempre di Rete parliamo.) Ce ne è data non solo la facoltà, ma anche la circostanza. Poiché si tratta comunque di comunicazione, resta aperta la discussione su quale sia la forma da cui partire perché essa ci renda veramente liberi. Rifuggendo le implicazioni etiche della diatriba, si potrebbe sostenere che, in realtà, metterci la faccia, sia la scelta più remunerativa in termini di libertà. Sempre ammesso che si conceda alla libertà di appartenerci nel momento in cui, a noi stessi, la trasliamo attraverso l’altro. Ci impone dei confini, il rappresentarci attraverso una nomina palese, ma al tempo stesso ci consente di riconoscerci all’infinito. All’anonimato lasciamo dunque tracce sulla sabbia e sentenze sparate nel buio e le sconfinate corse, nel deserto.
Dove riposerà il nostro orgoglio? Nell’anonimato di una ragione universale, o nel dare alle idee, le nostre, il nostro Nome?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

☆ Pensieri Sparsi di una Psicopatica ☆

●○•°La mia mente è un turbinio di parole sparse che cercano un senso°•○●

Chiara Vacilotto

Veni vidi Vaci

ragionevolidubbi

fosse anche un sogno matto

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

Sesquiotica

Words, words, words

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Perfidia 2.0

Il blog di Antonella Grippo

Tiziana Campodoni - Blue moon

"quelle che contano sono le note che non senti" (W.count Basie)

viviennelanuit

Thrill, Sex and Netiquette

Quasi a Occidente

Terzo e ultimo blog per Emiliano B

The Lark and the Plunge

La letteratura, come tutta l'arte, è la confessione che la vita non basta.

bibolottymoments

Non tutti amano la sodomia. Ma se glielo domandi, negano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: