Pudore gnamme!

Nelle repellenti amenità dei nostri giorni se ne vedono un po’ di ogni sorta e colore. Evidentemente non eravamo così preparati alla precarietà, siamo cresciuti talmente impregnati dello spirito del mercato che credavamo di avere di fronte a noi una strada d’evoluzione costante e certa.
Che ce ne fosse per tutti, di soldi, di successo, di sicurezza. Che ci fosse posto per tutti. Che ci fosse futuro per tutti.
Dieci anni fa moriva Marco Pantani. Sono davvero passati dieci anni? Tutti assieme? Tutti d’un fiato…
Eppure pareva ieri l’ultima volta che ci siamo visti…
I bambini sono i veri eroi dei nostri giorni. Forse saremmo un po’ più eroi se fossimo capaci di essere un po’ più bambini per capirli.

20140214-225026.jpg

“Se puoi vincere, devi farlo!” (Marco Pantani, 13 Gennaio 1970 – 14 Febbraio 2004)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

BloggOne

The dreams in which I'm dying are the best I have ever had

☆ Pensieri Sparsi di una Psicopatica ☆

●○•°La mia mente è un turbinio di parole sparse che cercano un senso°•○●

Chiara Vacilotto

Veni vidi Vaci

ragionevolidubbi

fosse anche un sogno matto

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

Sesquiotica

Words, words, words

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Perfidia 2.0

Il blog di Antonella Grippo

Tiziana Campodoni - Blue moon

"quelle che contano sono le note che non senti" (W.count Basie)

viviennelanuit

Thrill, Sex and Netiquette

Quasi a Occidente

Terzo e ultimo blog per Emiliano B

The Lark and the Plunge

La letteratura, come tutta l'arte, è la confessione che la vita non basta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: