Esco così mi perdo

A proposito di un essere in un modo che in qualche misura ci consenta di non perdere aderenza con la realtà, eppure di poterne leggere i contenuti da angolazioni e punti di vista differenti, uno dei meccanismi più articolati ma efficienti, è la versione di se stessi come altro da sé.
Altrimenti basta dire che un grado di consapevolezza apprezzabile si ottiene quando si riesce a guardarsi come da fuori. Uno stacco. Un piccolo volo che un battito d’ali un po’ più energico, ci faccia momentaneamente staccare da noi per darci il tempo di voltarci ad osservare.
Da quella prospettiva si possono finalmente scindere i piani figurativi della realtà, che ce ne fanno riconoscere i segni rappresentativi e noti, dai piani plastici. Solo in quest’ultimi i segni diventano connessioni di insiemi. Relazioni di significanti che danno senso al perché ed alla materia della realtà stessa.
Perdersi, anche solo per un istante, così da lasciare l’imitazione della realtà per coglierne la materia stessa: le relazioni.
Relatus” è il participio passato di “refèrre“, composto da “re“, ora, indietro e “fero“, portare.
Saremo in grado di voltarci indietro per guardarci e riportarci a noi stessi?

20140418-122332.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

☆ Pensieri Sparsi di una Psicopatica ☆

●○•°La mia mente è un turbinio di parole sparse che cercano un senso°•○●

Chiara Vacilotto

Veni vidi Vaci

ragionevolidubbi

fosse anche un sogno matto

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

Sesquiotica

Words, words, words

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Perfidia 2.0

Il blog di Antonella Grippo

Tiziana Campodoni - Blue moon

"quelle che contano sono le note che non senti" (W.count Basie)

viviennelanuit

Thrill, Sex and Netiquette

Quasi a Occidente

Terzo e ultimo blog per Emiliano B

The Lark and the Plunge

La letteratura, come tutta l'arte, è la confessione che la vita non basta.

bibolottymoments

Non tutti amano la sodomia. Ma se glielo domandi, negano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: