L’Es Virtuale

Ovvero: aggiornamento pressapochistico della struttura psichica.
Nel coacervo dell’espressività che è esploso negli ultimi anni, potremmo andare a misurare fra una generazione o due, l’emergenza di un nuovo piano dell’individuo che ben si potrebbe catalogare come l’Es Virtuale.
Come ben noto ai più, l’Es è quel groviglio un po’ indistinto che la nostra mente crea per riporvi, ben protette, tutta una serie di emozioni e pulsioni che il nostro essere umani iper-complessi e ragionevoli (sì, col cazzo) ha progressivamente relegato a ruolo di interferenze di sottofondo. Tanto per specificare, niente di diverso dagli originali Eros e Thanatos.
Il bello di tutto ciò è che il mondo virtuale che abbiamo creato, dove miliardi di individui alimentano con grande cura rappresentazioni della vita che vorrebbero vivere, è diventato la cassa di risonanza di una rivincita clamorosa dell’Es generando l’Es Virtuale.
E’ un po’ come la natura che riprende gli spazi prima occupati dalla civiltà ricoprendo fatalmente le rovine lasciate dall’incuria della ragione, allo stesso modo la natura umana riemerge nella sua potenza, anche drammatica, riportando a galla le istanze istintive dell’inconscio.
Ebbene il virtuale annulla così le distinzioni poetiche del non detto che l’Io (che peraltro si è rivelato non meno arcaico e sadico dell’Es) ha faticosamente costruito vaporizzando gli istinti nella comunicazione.
Mi rimane la convinzione che certi sorrisi silenziosi siano proprio belli.
E comunque, l’acqua non ha colonna sonora.

 

“I am a kind of paranoid in reverse. I suspect people of plotting to make me happy.” (J. D. Salinger)

slide_roca

Annunci

8 responses to “L’Es Virtuale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

☆ Pensieri Sparsi di una Psicopatica ☆

●○•°La mia mente è un turbinio di parole sparse che cercano un senso°•○●

Chiara Vacilotto

Veni vidi Vaci

ragionevolidubbi

fosse anche un sogno matto

vibrisse, bollettino

di letture e scritture a cura di giulio mozzi

Sesquiotica

Words, words, words

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Perfidia 2.0

Il blog di Antonella Grippo

Tiziana Campodoni - Blue moon

"quelle che contano sono le note che non senti" (W.count Basie)

viviennelanuit

Thrill, Sex and Netiquette

Quasi a Occidente

Terzo e ultimo blog per Emiliano B

The Lark and the Plunge

La letteratura, come tutta l'arte, è la confessione che la vita non basta.

bibolottymoments

Non tutti amano la sodomia. Ma se glielo domandi, negano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: